Scambi e Soggiorni linguistici

Referente: prof.ssa Miria Muzzioli

L'Istituto promuove visite culturali, scambi e soggiorni linguistici.

Lo scambio è un’esperienza concreta che consente di raggiungere alcuni obiettivi fondamentali del progetto educativo d’Istituto nell’ambito della formazione interculturale:

  • Educare alla tolleranza e al rispetto della diversità;
  • Promuovere la conoscenza di sé e comprensione del mondo;
  • Promuovere l’autonomia, la creatività, la socializzazione, l’autostima degli studenti;
  • Facilitare il decentramento del punto di vista individuale e stimolare atteggiamenti flessibili;
  • Contribuire a sviluppare senso di responsabilità e rispetto degli impegni

Come esperienza in sé, lo scambio culturale esalta il confronto con il diverso; è affrontato dagli alunni con curiosità ma anche con timore: il senso della progettualità nello scambio, sta proprio nel tradurre quella curiosità in autentica conoscenza ma soprattutto trasformare il timore o persino il disagio che prova l’alunno di fronte alla diversità, in un atteggiamento fattivo d’interesse per l’altro.

Progettualità significa anche per i docenti inserirsi in un’ottica di ricerca e di sperimentazione, caratterizzata da un comportamento teso a sperimentare decisioni, recuperare errori, rielaborare il vissuto didattico ed emozionale, organizzandolo in una continuità costruttiva.

L’esperienza di scambio come confronto interculturale rafforza la consapevolezza della propria identità e delle proprie radici e sviluppa la relazione tra il sé e l’altro in una dimensione capace di concepire la propria identità come potenziale alterità nell’ottica dell’interlocutore.

Lo scambio è caratterizzato da un’ospitalità in famiglia, dalla frequenza alle lezioni, da visite al territorio; per quanto è possibile si dovrebbe garantire una certa reciprocità nell’ospitalità, nel caso ciò sia impossibile, gli studenti dovranno essere incoraggiati a mantenere una relazione costruttiva con il proprio ospite, nel caso, nella fase di accoglienza, il corrispondente sia ospitato da un’altra famiglia.

Il soggiorno linguistico si svolge in famiglia o in Collège specializzati nella formazione di alunni stranieri, dove gli studenti hanno la possibilità di approfondire le proprie competenze in un contesto che favorisce anche l‘incontro e la socializzazione con altri allievi stranieri, aiutandoli a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • stimolare la motivazione all’apprendimento
  • migliorare le proprie competenze linguistiche e dialettiche
  • socializzare e acquisire capacità relazionali
  • promuovere la progettualità e l’autonomia
  • valorizzare ed indirizzare attitudini ed interessi personali
  • favorire capacità di orientamento e ambientazione in contesti diversi
  • educare al rispetto civile di usi, costumi, consuetudini dei luoghi di soggiorno
  • favorire la conoscenza dell’Unione Europea
  • approfondire conoscenza e comprensione di temi di attualità nel campo sociale, economico, ambientale e istituzionale
  • conoscere direttamente ambienti umani e/o naturali, realtà culturali, espressioni artistiche presentati nel corso dell’anno scolastico
  • osservare e vivere realtà e quotidianità diverse
  • sperimentare attività didattiche alternative e complementari.